Leonardo disegna Pavia

direfarebaciare

di Giovanni Giovannetti

Quale cavallo di battaglia per indurre lo sciame di Expo a visitare anche Pavia oltre alla Certosa, ora si ipotizzano le necrofile ceneri di Colombo (Cristoforo). E i cavalli di Leonardo da Vinci? Sanno i pavesi che parte del vinciano Manoscritto B fu vergato a Pavia? Sanno i nostri pubblici amministratori e in Università che a Milano, Parigi e Londra si conservano leonardeschi disegni su Regisole, chiese, castello e altro dal territorio pavese? Pare di no. E dire che di tutto questo si dà notizia in numerosi studi vinciani, e a Pavia già ne scrisse nel 1911 Edmondo Solmi cui fra gli altri ha fatto eco, nel 1995, Gianni Carlo Sciolla.

Nel 1490 Leonardo da Vinci soggiornò alcuni giorni a Pavia, per poi tornarvi ripetutamente, l’ultima volta nel 1513. Accompagnato dall’architetto senese Francesco di Giorgio Martini, l’8 giugno 1490 Leonardo era in visita ai lavori del nuovo…

View original post 841 altre parole

Annunci

Autore: Maurizio Marzano

Nato nell'anno in cui il primo uomo viaggiò nello spazio, non contento dei vecchi orizzonti sperimento nuove frontiere. Attività scout da ragazzo (1972-1980), scout per sempre. Un'esperienza mai conclusa, non fine a se stessa. 7 anni remoti, quasi sepolti sotto una vita ogni volta differente, ma riscoperta "uniforme" in questo spirito di servizio, con la voglia di rimboccarsi le maniche con ottimismo. Non sono solo ideali, ma azioni concrete. L'impegno sociale e politico non può essere un'aspirazione e solo un ideale, bisogna agire.