In morte del partigiano “Rino”

Per non dimenticare

direfarebaciare

Forse morte migliore non avrebbe saputo augurarsi. Il partigiano “Rino” se n’è andato novantenne sabato sera, rievocando se stesso alla presentazione di Storia di Tundra, il libro di Mino Milani, nella sala consiliare di Bressana Bottarone, il suo paese, ricordando fra l’altro lo scoppio della bomba anticarro che, il 19 ottobre 1944, tra Lirio e Rocca de’ Giorgi, aveva provocato tre morti e 14 feriti tra i partigiani della brigata “Tundra”. Colpito gravemente lo stesso comandante: «Tra i feriti c’era anche mio zio; sono giunto sul posto subito dopo lo scoppio, l’ho caricato in auto e portato a Varzi – zona nostra – in ospedale». A bassa voce, col sindaco di Bressana Davide Rovati stavamo plaudendo la lucida puntualità del suo racconto. Lo abbiamo visto prima sbiancare poi accasciarsi, così come racconta Paolo Fizzarotti sull’edizione odierna della “Provincia Pavese”, di seguito ripresa insieme a un breve video della serata, di…

View original post 549 altre parole

Annunci

Autore: Maurizio Marzano

Nato nell'anno in cui il primo uomo viaggiò nello spazio. Scout da ragazzo, scout per sempre. Un'esperienza mai conclusa, non fine a se stessa che prosegue con voglia di rimboccarsi le maniche con ottimismo e sempre rinnovato spirito di servizio. Non solo ideali, ma azioni concrete. Anche altre associazioni mi hanno insegnato tanto, ma solo con lo scoutismo sono veramente cresciuto da ragazzo ad adolescente fino a diventare adulto. Quello che è diverso nel metodo scout è lo stile di lavorare insieme, con spirito di servizio, rimboccandosi tutti le maniche, l'ottimismo di fondo... Per ora questo può bastare... Buona strada a tutte le sorelle e i fratelli scout di tutto il modo. Gestisco anche il sito del mio gruppo scout AGESCI PAVIA 4 https://sites.google.com/site/pavia4